CIVATE, SCOPERTA DISCARICA A CIELO APERTO – Civate News



CIVATE, SCOPERTA DISCARICA A CIELO APERTO

CIVATE – Televisori, caschi, seggioloni per bambini oltre le classiche batterie d’auto e copertoni: sono solo una parte dei rifiuti scoperti dal sindaco di Civate, Baldassare Mauri, e dai suoi collaboratori in quella che possiamo definire una “discarica a cielo aperto”.

Il sito si trova in località “Rogolone”: è il tratto di strada che permette dall’incrocio di via Provinciale con via Monsignor Gilardi di entrare nella Strada Statale 36 in direzione Milano. Sul lato destro della strada un muretto divide la carreggiata con la parete: in questa intercapedine larga circa un metro si è accumulata una serie incredibile di rifiuti. E la cosa che fa più rabbia è che, considerata la particolarità della zona, bisogna andarci di proposito a scaricare l’immondizia.

Proprio nella mattinata odierna di venerdì 31 marzo, sono intervenuti gli operatori di Silea nell’ambito del progetto “road trash”: si tratta di un piano promosso da Provincia di Lecco e Silea Spa e per il 2017 finanziato esclusivamente da quest’ultima, che consiste nella rimozione dalle strade, dei comuni soci, dei rifiuti abbandonati. I comuni oltre a beneficiare di tale operazione dovranno sensibilizzare la popolazione a disincentivare questa pratica che sembra ormai abituale.

Il comune di Civate ha già usufruito di questo intervento qualche giorno fa: infatti è stata ripulita via Broggi, che presentava una serie di rifiuti abbandonati in prossimità dell’area ex Black & Decker e la zona dell’ex camping Mexico ad Isella.

Inoltre sempre l’amministrazione comunale civatese sta provvedendo in questi giorni ad installare dei cartelli che scoraggiano questa incivile azione.

È compito di tutti noi cittadini amare il nostro paese e tenerlo pulito: lavoriamo su noi stessi e che ognuno di noi dia il buon esempio!

Ecco l’immagine  dell’area della “discarica” presa da Google Earth:

S.P.

Condividi sui Social!