IN 300 PER LA FESTA D'AUTUNNO (E DELL'EUROPA) NEL CUORE DI VALMADRERA – Civate News

IN 300 PER LA FESTA D’AUTUNNO (E DELL’EUROPA) NEL CUORE DI VALMADRERA

VALMADRERA – Circa 300 persone hanno partecipato oggi alla Festa d’Autunno che si è tenuta nel Centro Culturale Fatebenefratelli di Valmadrera. Dopo la Festa di Primavera e quella d’Estate, il terzo appuntamento del progetto “Alle radici della cultura”, realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo,  è stato un’occasione per celebrare, non solo l’equinozio autunnale, ma anche l’Europa, tanto che l’evento ha ricevuto il prestigioso marchio dell’UE per la valorizzazione del patrimonio comune.

Proprio con questo obiettivo, una ricca rete di associazioni locali ha organizzato una serie di attività pensate per grandi e piccoli. Grande successo per le visite guidate condotte nell’Orto botanico dagli esperti del settore Educazione ambientale e culturale di Demetra ONLUS, i volontari dell’orto e le guide di Luce Nascosta: in totale 150 iscritti sono intervenuti a quest’edizione di Ville Aperte, dedicata alla scoperta delle erbe e delle piante che travalicano i confini nazionali.

La sezione lecchese di Amnesty International e quella valmadrerese di AVIS hanno invece aiutato i più piccoli a realizzare delle speciali cartoline indirizzate alle scuole primarie delle due città gemellate con Valmadrera. I messaggi per i “cugini” francesi e tedeschi raccontano le bellezze del Centro culturale e verranno consegnati dall’Assessorato alla Cultura, che ha promosso l’iniziativa, alle rispettive delegazioni di Châteauneuf-les-Martigues e Weißenhorn.

Sempre i bambini sono stati protagonisti dell’opera d’arte partecipata, realizzata dalla Commissione Cultura Alternativa e dai volontari della Banca del Tempo e dell’Associazione Bel Paese: un grandissimo albero che affonda le sue radici in un “terreno comune”, quello appunto dell’Europa, circondato da molteplici volatili, tutti diversi fra loro, che danzano armoniosamente nonostante le proprie differenze.

Un turbine di emozioni a cui i più piccoli hanno potuto dare sfogo con mille espressioni fotografate nella sagoma dell’ “Grande Albero” e colorate dal truccabimbi della Pro Loco di Valmadrera:  istantanee di un pomeriggio di festa, catturate dai soci del Centro fotografico Gianni Anghileri di Valmadrera, e disponibili in un album dedicato.
Hanno infine chiuso la giornata i musicisti di Spirabilia, con un romantico concerto dedicato a Rossini, impegnato in un’immaginaria conversazione con altri compositori europei.

Il prossimo appuntamento dedicato alla cittadinanza sarà il 21 ottobre 2018, con la Festa di Inverno: in programma non solo tante attività gratuite per famiglie, ma anche una speciale mostra che documenta le fasi del progetto e la presentazione della guida realizzata dalle scuole secondarie di Valmadrera.

Chiara Vassena
Fotografie a cura di Anna Colombo e Rodolfo Corsano del Centro fotografico Anghileri 

 

Condividi sui Social!