STARLIGHT VALMADRERA, SCELFO: "PRONTI PER TOGLIERCI SODDISFAZIONI IN SERIE B" – Civate News





STARLIGHT VALMADRERA, SCELFO: “PRONTI PER TOGLIERCI SODDISFAZIONI IN SERIE B”

VALMADRERA – “Finalmente è ufficiale, per la stagione 2020/21 la Starlight prenderà parte al campionato di serie B femminile. Sono contento ma credo che comunque con il campionato interrotto all’improvviso (giustamente), sia anche meritato, perché avevamo costruito la squadra per salire di categoria”. Queste le prime parole del presidente della Starlight Pino Scelfo, dopo aver ricevuto l’ufficialità del salto di categoria da parte del sodalizio cestistico valmadrerese dalla serie C alla serie B.

Approfittando del suo intervento chiediamo alcune delucidazioni. Si parla molto di crisi nel mondo del basket. Soprattutto femminile. La Starlight, vedendo i vari acquisti, sembrerebbe che non senta questa situazione di emergenza economica. Qual è il segreto?

Non esiste nessun segreto, avevamo semplicemente delle risorse e causa questa pandemia, i nostri sponsor, che ringrazio per la fiducia fin qui data, ci hanno comunque dato una mano a fare il salto di categoria che avevamo in mente. Ritengo doveroso fare la B, in primis per il lavoro svolto da parte di tutto lo staff tecnico, e delle ragazze, che credono in questo progetto. Secondariamente abbiamo avuto l’opportunità di trovare un accordo con Mariano (per l’acquisizione dei diritti) nel non lasciare alcune ragazze che hanno disputato il campionato precedente in B, inserendole nella squadra che il nostro coach Colombo e il ds Massimo Adobati hanno messo assieme formando un gruppo di grande esperienza. Poi c’è l’ingresso delle giovani che hanno dimostrato qualità per e voglia per la categoria.

È convinto che con questo roster possa essere, la Starlight, formazione con tutte le credenziali per lottare per le zone alte della serie B?

L’obiettivo societario è quello di salvarci, anche se avevamo un contatto con un’atleta di cui c’era un accordo, che sicuramente avrebbe dato un certo apporto di esperienza e gioco, per lottare per le zone alte. Ma giustamente ha avuto richiesta per una categoria superiore (A2). Sono comunque convinto che il gruppo attuale sarà in grado di competere in questo campionato e magari darci qualche soddisfazione in più che la semplice salvezza.

Quanto saranno importanti le giovani in questo campionato?

Ritengo che le giovani siano importanti se avranno l’umiltà di apprendere quello che le senior con la loro esperienza portano in campo e fuori, questo per una crescita cestistica e umana, comunque sono convinto di avere delle ragazze con la testa sulle spalle.

Preoccupano di più le avversarie o il fatto che ci possano essere ritardi nell’iniziare il campionato?

Sono tranquillo per la scelta fatta dallo staff tecnico sulle nostre atlete e sul parquet ci giocheremo tranquillamente ogni partita che servirà per la nostra crescita anche con le squadre più attrezzate di noi. Sul calendario agonistico non so se ci saranno ritardi nell’iniziare il campionato. Spero tanto, invece, che si possa giocare davanti ad un pubblico, perché loro sono una componente importante affinché si possa assistere sempre ad un importante evento sportivo. L’importante- conclude Scelfo- è comunque giocare in sicurezza per tutti.

 

Condividi sui Social!